Chi siamo

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) è stata costituita a Roma nel 1944, quando ancora il Nord Italia era sotto l’occupazione nazifascista, dai volontari che avevano partecipato alla guerra partigiana nelle regioni del centro. Dopo la liberazione di tutto il  territorio nazionale essa si estese in tutto il Paese: anche al sud, dove gli episodi di resistenza erano stati sporadici, ma dalle cui regioni provenivano molti dei partigiani che avevano fatto parte delle formazioni del centro-nord e all’estero (Jugoslavia, Albania, Grecia, Francia). Intanto, il 5 aprile del 1945, essa era stata eretta in Ente morale. I suoi scopi sono codificati dallo Statuto associativo.

L’ANPI è strutturata in 17 Comitati regionali e in numerosi comitati provinciali, che si trovano anche all’estero.

L’A.N.P.I. Regionale del FRIULI VENEZIA GIULIA comprende 4 Comitati provinciali:

Comitato Provinciale ANPI di Udine Via Brigata Re, 29- 33100 UDINE presso ex Caserma Osoppo Tel. e fax  0432/504813. E-mail: anpiudine@gmail.com

Comitato Provinciale ANPI di GORIZIA  Via Valentinis, 84 – 34074 MONFALCONE (GO) Tel.e fax 0481/798098 E-mail: anpiprovgo@libero.it

Comitato Provinciale ANPI  di Pordenone Via Molinari, 35/A – 33170 PORDENONE      Tel. 0434/522484 fax 0434/799365 E-mail: anpipn.tribuno@alice.it

Comitato Provinciale ANPI Via F. Crispi, 3 – 34122 TRIESTE                                                     Tel.e fax 040/661088 E-mail: anpits@alice.it

Oggi l’ANPI è ancora in prima linea nella custodia e nell’attuazione dei valori della Costituzione, quindi della democrazia, e nella promozione della memoria di quella grande stagione di conquista della libertà che fu la Resistenza.

COME ISCRIVERSI

Oltre ai partigiani e a chi ha combattuto contro i nazifascisti chiunque condivida i nostri valori può iscriversi all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Dall’articolo 23 dello Statuto:

Possono essere ammessi come soci con diritto al voto, qualora ne facciano domanda scritta:
a) coloro che hanno avuto il riconoscimento della qualifica di partigiano o patriota o di benemerito dalle competenti commissioni;
b) coloro che nelle formazioni delle Forze Armate hanno combattuto contro i tedeschi dopo l’armistizio;
c) coloro che, durante la Guerra di Liberazione siano stati incarcerati o deportati per attività politiche o per motivi razziali o perché militari internati e che non abbiano aderito alla Repubblica Sociale Italiana o a formazioni armate tedesche.

Possono altresì essere ammessi come soci con diritto al voto, qualora ne facciano domanda scritta, coloro che, condividendo il patrimonio ideale, i valori e le finalità dell’A.N.P.I., intendono contribuire, in qualità di antifascisti, sensi dell’art. 2, lettera b), del presente Statuto, con il proprio impegno concreto alla realizzazione e alla continuità nel tempo degli scopi associativi, con il fine di conservare, tutelare e diffondere la conoscenza delle vicende e dei valori che la Resistenza, con la lotta e con l’impegno civile e democratico, ha consegnato alle nuove generazioni, come elemento fondante della Repubblica, della Costituzione e della Unione Europea e come patrimonio essenziale della memoria del Paese.

L’iscrizione si può chiedere alla sede ANPI più vicina al luogo di residenza.

Sarà cura dell’ANPI provinciale indirizzare i candidati alle sezioni più vicine per poter dare un contributo fattivo di crescita e di impegno, richiesto dall’iscrizione all’Associazione.

File allegati:

statuto_2006.pdf